ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Merkel-Putin, a Sochi il vertice della distensione

Lettura in corso:

Merkel-Putin, a Sochi il vertice della distensione

Merkel-Putin, a Sochi il vertice della distensione
Dimensioni di testo Aa Aa

Donald Trump forse non lo immaginava, ma con il ritiro dall'accordo iraniano e il pressing commerciale sui paesi Ue ha finito per predisporre ciò che fino a ieri appariva impossibile. Perché l'incontro appena avvenuto a Sochi tra Angela Merkel e Vladimir Putin segna un'evidente distensione tra due paesi che per un anno si sono guardati in cagnesco: l'ultimo summit, un anno fa, si era consumato sotto il peso schiacciante delle divergenze relative al conflitto in Ucraina.

E nel frattempo, a ridurre ai minimi termini i rapporti tra Mosca e Berlino, erano arrivati anche il caso Skripal e le ulteriori divergenze sulla questione siriana (particolare non da poco, da questo punto di vista, il fatto che il bilaterale sia stato preceduto, a sorpresa, dall'arrivo a Sochi del rais siriano Basar al-Asad).

Ora però, oltre all'accordo sul nucleare iraniano, diventa prioritario per entrambi salvare il progetto North Stream 2, gasdotto che entro il 2019 - attraverso il mar Baltico - dovrebbe raddoppiare il flusso di gas russo in arrivo in Germania: la richiesta di Trump di rinunciarvi in cambio di un'esenzione dai temuti dazi commerciali non è piaciuta affatto alla Germania; e ha spinto Berlino a riavvicinarsi all'orbita di Mosca dopo un annus horribilis nelle relazioni tra i due paesi.

"La Germania - ha sottolineato Merkel - ha un interesse strategico nel coltivare buone relazioni con la Russia. Le nostre rispettive società civili sono molto legate; ed è vero la cooperazione tra noi è passata attraverso parecchie divergenze, spesso su temi fondamentali, ma la verità è che per risolvere questo genere di problemi c'è bisogno di dialogo".

"La Germania è sempre stata un partner importante per la Russia" le ha fatto eco Putin. "L'anno scorso il volume d'affari relativo agli accordi bilaterali tra i nostri paesi era già cresciuto del 23 per cento, mentre quest'anno siamo già arrivati al 13". Riguardo al gasdotto, il messaggio che i due hanno rivolto a Trump è molto chiaro: "lotteremo per quel progetto".

LEGGI ANCHE:

  1. Nord Stream 2: tensione tra Germania e Usa

  2. Compagnie europee temono per i loro affari con l'Iran

  3. Iran: UE studia come salvare imprese e crescita

  4. Incontro bilaterale a Sochi Merkel-Putin: i temi sul tavolo

  5. Iran: l'Unione Europea ha avviato la procedura per lo statuto di blocco