ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Voi cosa sentite, "Yanny" o "Laurel"? L'enigma audio che divide sui social network

Lettura in corso:

Voi cosa sentite, "Yanny" o "Laurel"? L'enigma audio che divide sui social network

Dimensioni di testo Aa Aa

Due parole che all’apparenza non hanno a che fare nulla l’una con l’altra, “Yanny” e “Laurel”, stanno dividendo gli utenti su Internet. Un po’ come nel 2015 quando si accese per giorni il dibattito su QUEL vestito - blu e nero o bianco e oro?

From this day on, the world will be divided into two people: blue and black, or white and gold.

Un post condiviso da Ellen (@theellenshow) in data:

Stavolta oggetto del contendere non è un colore bensì un suono. Ascoltate qui:

A gettare nel dubbio il mondo è stata la social media vlogger e influencer Cloe Feldman di 20 anni che martedì ha postato questa clip audio sulle sue Instagram stories e su Twitter. Una voce computerizzata che dice una parola. Tanto è bastato per dare il via a discussioni infinite tra amici e colleghi.

"Cosa sentite? Yanny o Laurel?"

I suoi follower si sono subito divisi - alcuni sostengono addirittura di sentirli entrambi. Il post ha avuto oltre 44mila retweet e migliaia di commenti al momento di scrivere.

Molte sono state le speculazioni online sul motivo delle due diverse interpretazioni. Alla base di tutto ci sarebbe sarebbe la tonalità del frammento audio. Brad Story dell'Arizona's Speech Acoustics and Physiology Lab ha detto al National Geographic che il motivo sarebbe da ritrovarsi nel tipo di frequenze che udiamo o che ci aspettiamo di sentire.

"Sono abbastanza certo che la registrazione originale dica "Laurel" ma la ragione per cui ci sembra così poco chiaro sta nella famiglia di frequenze prodotte dalla forma della nostra gola e della nostra bocca".

Quando si parla, si producono onde sonore definite dalla lunghezza e dall'anatomia del tratto vocale, si legge su The Atlantic. Guardando allo spettrogramma di questo frammento sonoro, si vede che cambiando l'intensità sonora cambiano, all'orecchio, le consonanti e le vocali udite. Chi lo ascolta ad un'intensità più bassa tende a sentire più yanny, alzando sente laurel.

Tante le variabili ci sono anche il dialetto parlato dall'ascoltatore e l'apparecchio con il quale si sente il suono. Cuffie o casse del pc? "Stiamo tutti solo cercando di classificare le onde sonore che sentiamo in categorie che conosciamo bene, non diversamente da quanto facciamo nel parlato di tutti i giorni".

Detto questo... voi cosa sentite?