ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Morta in Pakistan, indagate mamma e zia

Lettura in corso:

Morta in Pakistan, indagate mamma e zia

Dimensioni di testo Aa Aa
(ANSA) - MILANO, 11 MAG - Per l'omicidio di Sana Cheema, lagiovane uccisa in Pakistan in giorno prima di rientrare aBrescia dove viveva, sarebbero indagate anche la mamma e la ziaoltre al padre della ragazza, Mustafa Ghulam Cheema, e alfratello Adnan che sono in carcere. Lo riporta il 'Giornale diBrescia' spiegando che il capo della polizia locale quando hariferito della confessione del padre ha comunicato che tra gliindagati ci sono appunto la mamma e la zia. Gli inquirenti hannochiesto una proroga di 15 giorni delle indagini, in attesa anchedi avere il risultato di tutti gli esami sul corpo dellaventicinquenne. Intanto Mustafa Ghulam Cheema, intervistato daRepubblica, ha negato di aver confessato l'omicidio anche se lapolizia locale invece lo conferma. "Non è vero che abbiamoconfessato. Se il referto dei medici legali dice che Sana aveval'osso del collo rotto - ha detto - è perché deve aver battutola testa contro il bordo del letto o il divano".
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.