ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

"L’esilio dell’aquila", la mostra su Napoleone e l'Isola d'Elba

Lettura in corso:

"L’esilio dell’aquila", la mostra su Napoleone e l'Isola d'Elba

"L’esilio dell’aquila", la mostra su Napoleone e l'Isola d'Elba
Dimensioni di testo Aa Aa

Si chiama "Napoleone Bonaparte. L’esilio dell’aquila" la mostra multimediale che si inaugura il 12 maggio a Portoferraio, all’Isola d’Elba. Qui nel 1814 sbarcò Bonaparte, che rimase sull’isola per quasi un anno. Qui verrà ricordato con una mostra multimediale che ripercorre la sua permanenza all’Elba, le persone che gli furono vicine e il suo rapporto con l’isola.

La mostra è divisa in sezioni, che comprendono un percorso storico, l’esposizione di oggetti e un percorso video sui momenti più salienti della vita di Napoleone all’Elba.

Gloria Peria ha curato l’esposizione, ospitata dalla Sala San Salvatore del Centro Culturale De Laugier.

"Questi video raccontano il periodo elbano di Napoleone attraverso i momenti più importanti, più che altro quelli che ci rappresentano Napoleone come uomo", spiega Gloria Peria. "Ci saranno delle vetrine, che espongono cimeli napoleonici, documenti relativi all’epoca napoleonica e il suo codice civile, il vanto di Napoleone".

Tra gli oggetti in mostra, anche il ventaglio in oro, seta e avorio appartenuto a Paolina Bonaparte, e il lasciapassare con cui la madre di Napoleone lo raggiunse all’isola d’Elba, con il nome di Madame De Pont.