ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Coree, la protesta del disertore

Lettura in corso:

Coree, la protesta del disertore

Dimensioni di testo Aa Aa

In Corea del Sud c’è chi non crede alla buona fede di Kim Jong-un, il leader nordcoreano. Un gruppo di attivisti guidato da Park Sang-hak, un disertore della Nord Corea, è stato bloccato dalla polizia e da alcuni cittadini mentre cercava di lanciare 300mila volantini anti-Pyongyang oltre il confine, attraverso dei palloncini. Durante lo storico vertice tra le due Coree dello scorso aprile è stato deciso di sospendere il lancio di questo tipo di messaggi. Alcuni disertori però non sono d'accordo.

"Kim Jong-un ha minacciato la Corea del Sud e tutto il mondo creando un’atmosfera spaventosa con esecuzioni crudeli, test nucleari e lanci di missili. Tuttavia improvvisamente ha suggerito un falso dialogo e ha preso una posizione di pace ipocrita. La nostra società ha dimenticato l’essenza maligna della dinastia dei Kim ed è stata ingannata da questa atmosfera di finta pace", ha detto durante il suo comizio Park Sang-hak.

Contro il lancio di volantini si sono schierati anche attivisti e diversi residenti della città di confine di Paju, che si sono detti contrari perchè temono che il gesto possa compromettere i rapporti con la Corea Del Nord, in questo momento così delicato.