ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Don Andrés saluta il Barcellona

Lettura in corso:

Don Andrés saluta il Barcellona

Dimensioni di testo Aa Aa

In sala stampa c'erano tutti, tranne Leo Messi che ha dichiarato di non amare troppo gli addii. Ma l'argentino avrà avuto modo di ringraziarlo in privato per la miriade di palloni passati con il contagiri. Lacrime agli occhi, un groppo in gola. Andrés Iniesta lascia il Barcellona

Iniesta: "Questa stagione sarà la mia ultima, sarà la mia ultima stagione qui a Barcellona, è una decisione alla quale ho pensato molto. Ho sempre pensato che il club che mi ha accolto quando avevo 12 anni meritasse tutto il meglio da me. L'ho fatto fino ad ora, ma capisco che nel prossimo futuro non sarò in grado di dare il meglio di me stesso in tutti i sensi, fisicamente e mentalmente ".

"Prima di colpire il pallone ho dovuto attendere che scendesse un po’. In quella frazione di secondo, la gravità ha fatto il suo dovere, e io il mio". Il commento di Iniesta al gol decisivo della finale mondiale 2010 è la sintesi della sua intelligenza e non solo calcistica. Non a caso il suo soprannome è "L'illusionista". Don Andrés è stato capace di far sparire di colpo il pallone dal campo per poi indirizzarlo al compagno di squadra.

ondiale a parte, con la maglia del Barcellona ha vinto otto campionati spagnoli, sette Supercoppe spagnole, sette Coppe del Re, quattro Champions League, tre Supercoppe Europee. "Mai contro il Barca" ha detto. Il suo immediato futuro sarà in Cina