ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Essere genitori in Europa: cinque grafici per spiegare le differenze

Lettura in corso:

Essere genitori in Europa: cinque grafici per spiegare le differenze

Essere genitori in Europa: cinque grafici per spiegare le differenze
© Copyright :
John Stillwell/Pool via Reuters
Dimensioni di testo Aa Aa

Nonostante un lieve calo anche nel 2016 la Francia si è confermata il Paese dove nascono più bambini nell'eurozona. Secondo i dati forniti da Eurostat il numero medio di figli per ogni donna è di 1,92. Non si tratta di una sorpresa in un Paese famoso per le sue politiche volte a favorire le nascite che comprendono agevolazioni fiscali, sussidi per l'infanzia e sconti sui viaggi in treno per le famiglie numerose. L'Italia, assieme alla Spagna, è all'ultimo posto di questa graduatoria con una media di figli per donna di 1,34. Poco più alta - 1,38 - la media della Grecia, un altro paese colpito duramente dalla crisi economica.

Qual è l'età media delle madri al primo parto?

E' la Bulgaria il Paese con le madri più giovani. Nel 2016 l'età media delle mamme al primo parto è stata di 26 anni. Secondo posto per Romania (26,4) e Lettonia (26,8). L'Italia, con un'età media di 31 anni, è all'ultimo posto anche in questa classifica.

Qual è la percentuale di bambini nati da genitori non sposati?

In diversi Paesi la percentuale di figli nati da genitori non sposati supera il 50%. La Francia guida la classifica (59,7%) seguita da Bulgaria e Slovenia, entrambe al 58,6%. In Italia la percentuale di figli nati fuori dal matrimonio è del 28%. Un aumento significativo rispetto a trent'anni prima: nel 1986 infatti la percentuale era del 5,6%. Un aumento che ha riguardato anche altri Paesi cattolici come Spagna e Irlanda. Ultimo posto per la Grecia con il 9,4%.

Madri adolescenti, Romania davanti a tutti

La Romania è il Paese con il più alto tasso di ragazze madri: il 14,2% delle nascite riguarda donne di età inferiore ai 19 anni. La percentuale più bassa (1,6%) è quella della Slovenia.

Congedi di maternità e paternità

Jacinda Ardern, premier della Nuova Zelanda, non è sposata, è incinta e al momento sta usufruendo del congedo di maternità. Tra poche settimane, però, tornerà al lavoro e a prendersi cura del bambino sarà il suo compagno, Clarke Gayford.

La Nuova Zelanda ha una legislazione all'avanguardia, ma qual è la situazione in Europa? La Bulgaria è il Paese che concede i congedi parentali più lunghi (58,6 settimane per le madri e 2,1 per i padri). L'ultimo posto di questa classifica è occupato dal Portogallo, dove i genitori possono godere complessivamente di 11 settimane di congedo.