ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Musica e cinema: intervista ad Alexandre Desplat

Lettura in corso:

Musica e cinema: intervista ad Alexandre Desplat

Musica e cinema: intervista ad Alexandre Desplat
Dimensioni di testo Aa Aa

Pluripremiato compositore francese di origini greche che non ha certo bisogno di presentazioni, Alexandre Desplat si è recato ad Atene per ottenere un'onorificenza dalla Greek Film Academy per il suo contributo al mondo del cinema.

Due mesi fa, ha vinto il suo secondo Oscar per la colonna sonora del film "La forma dell'acqua" di Guillermo del Toro.

Alexandre Desplat, compositore cinematografico, dice:

"Io e Guillermo abbiamo capito presto che si trattava di una storia d'amore e che la musica doveva essere d'amore: ci sono alcuni momenti di paura o pericolo, per così dire, ma noi non volevamo ricalcare il genere fantascientifico degli anni '60.

Mi piace sempre trovare una linea guida forte, quando iniziamo a lavorare su un film, perché questo restringe la tua immaginazione e ti conduce a produrre cose migliori".

Desplat ha collaborato con molti cineasti in vari generi cinematografici: il primo Oscar per lui è giunto nel 2015 col film"Grand Budapest Hotel", del regista statunitense Wes Anderson.

Alexandre Desplat, compositore cinematografico, dice:

"Ovviamente ogni film è diverso: se si guarda la mia filmografia, si nota che cerco di inserirmi in diversi territori, così posso esplorare, ma per ogni film cerco di trovare un nuovo suono che appartenga alla pellicola, con le mie ossessioni e i miei cliché".

Desplat ha composto musica per oltre 60 film, collaborando con Wes Anderson anche in "L'isola dei cani".

Altro da Cult