ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Hugo Pratt, a Lione una monumentale mostra sul papà di Corto Maltese

Lettura in corso:

Hugo Pratt, a Lione una monumentale mostra sul papà di Corto Maltese

Dimensioni di testo Aa Aa

E' ben nota l'ossessione dei Francesi per il marinaio Corto Maltese - l'eroe a fumetti dei due mondi, navigatore tra la vecchia Europa e la nuova America - e per il suo papà, il disegnatore Riminese Hugo Pratt. Un amore così smisurato che durerà un anno la mostra che il Musée des Confluences di Lione ha dedicato ai due.

Intitolata "Linee d'orizzonte", l'esposizione è forse la più completa finora dedicata alla titanica opera di Pratt: la nostra inviata Sandrine Delorme l'ha definita "labirintica e monumentale", e per realizzarla sono state messe in mostra oltre cinquanta casse di fumetti affianco a un centinaio di oggetti "entografici" che dovrebbero aiutare lo spettatore a ricomporre il mondo cosmopolita "di un artista - sottolinea Delorme - che era a sua volta veneziano, etiope, argentino, americano, europeo e soprattutto curioso da tutto il mondo".

Gli oggetti - tra i quali maschere, gioielli, capi d'abbigliamento e ornamenti - sono stati selezionati tra quelli che più ispirarono l'opera di Pratt, per le storie di Corto Maltese come di personaggi forse meno noti come il Sergente Kirk

"Pratt è stato un vero scrittore, un vero disegnatore e un vero scenografo - ci ha detto lo storico Michel Pierre - e riuscendo a combinare queste tre dimensioni è arrivato ad essere il vero genio del fumetto che fu. La sua opera è come una guida, ma piû che una guida turistica, si tratta di una guida geografica, d'attitudine e di apertura all'ignoto

L'esposizione, che ha aperto i battenti il 7 aprile scorso rimarrà, aperta fino al 29 marzo.

Altro da Cult