ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tallinn Music Week: le voci femminili al centro della decima edizione

Lettura in corso:

Tallinn Music Week: le voci femminili al centro della decima edizione

Tallinn Music Week: le voci femminili al centro della decima edizione
Dimensioni di testo Aa Aa

L’est incontra l’ovest, il pop si mischia col punk e il jazz col folk. Tutto questo, e altro ancora, nell’edizione 2018 della Tallin Music Week, che si è aperta con uno speciale concerto di compleanno condotto dal direttore d’orchestra estone Kristjan Järvi. Il decimo anniversario della manifestazione è coinciso con il centesimo compleanno dell’Estonia. Il festival ha ospitato più di 260 musicisti da un trentina di paesi. Tante le voci femminili in cartellone.

Tra le esibizioni più attese quella della ventenne Suzi Wu, nome emergente della scena indie londinese. Un solo Ep all’attivo, “Teenage Witch”, sufficiente però a monopolizzare l’attenzione di pubblico e stampa. “Da piccola – ci ha detto – guardavo mio padre suonare la chitarra e volevo imitarlo. Non ricordo neanche quando ho cominciato a cantare. Mi piaceva molto andare in chiesa e cantare nei cori, ma non ho avuto una formazione classica. Avevo semplicemente una buona voce e, soprattutto, una voce potente”.

Sul palco del festival anche Ätna, duo electro-jazz formato da Ines Schaefer e Demian Kappenstein, entrambi originari di Dresda. Il primo Ep ha attirato l’attenzione di pubblico e critica e permesso a Inez e Demian di esibirsi sui palchi di tutta Europa. “All’inizio – ha detto Demian – suonavamo jazz e world music in un quintetto, ma presto ci siamo resi conto di preferire un approccio più intimo e minimalista. Quindi abbiamo iniziato a lavorare con Moses Schneider, un produttore di Berlino”.

Il cantante, dj e produttore ucraino Ivan Dorn ha presentato il suo primo disco in lingua inglese, ‘Open The Dorn’. Un mix di funk, hip house, feature bit, elettronica e indie dance che lo stesso cantante definisce “pop alternativo. C‘è dentro un po’ di tutto”. I proventi dell’ultimi singolo ‘Afrika’ saranno destinati alla costruzione di una scuola di musica e di un orfanotrofio a Masaka, in Uganda.

Il rapper estone Arop si è esibito in uno delle strade più trafficate di Tallinn: un concerto speciale per celebrare i dieci anni del festival. Non poteva mancare Maria Minerva, una delle voci più celebrate della scena alternativa estone. Da cinque anni vive a Los Angeles, dove è l’etichetta indipendente Not Not Fun a pubblicare i suoi album, celebrati dalla stampa specializzata.

Giunto alla decima edizione, il festival punta ed espandersi: “A settembre organizzeremo un nuovo festival – ha svelato Helen Sildna, fondatrice e direttrice della manifestazione -. Lo faremo a Narva, al confine tra Russia ed Estonia. E’ una città industriale, il 96% della popolazione è di lingua russa”.

Altro da Cult