ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia: studenti (e non solo) protestano contro la riforma universitaria

Lettura in corso:

Francia: studenti (e non solo) protestano contro la riforma universitaria

Francia: studenti (e non solo) protestano contro la riforma universitaria
Dimensioni di testo Aa Aa

Prosegue la protesta studentesca in Francia, contro la legge voluta dal governo sulle nuove modalità di accesso all’università. Gli studenti hanno bloccato l'ingresso di diversi atenei oltralpe. Circa 1500 persone hanno marciato a Parigi, dalla Sorbona al campus di Jussieu, che ospita diverse facoltà.

Studenti contro "Manu", Emmanuel Macron

All'università Lumière-Lyon-II, di Lione i professori si sono riuniti per parlare del controverso sistema Parcoursup.

"La riforma introduce nuovi criteri di selezione per gli studenti, basati sui voti del cursus scolastico, su dei criteri di motivazione e apprezzamento dei consigli di classe e non più sul diploma di maturità. Alcuni dei miei colleghi erano contrari a questa riforma, altri inizialmente erano piuttosto favorevoli, ma questi ultimi si rendono conto, poco a poco, che il loro margine di manovra è limitato e non possono fare molto", spiega David Garibay, professore di scienze politiche all'università lionese.

Nei giorni scorsi inoltre il clima si è acceso dopo che al campus di Tolbiac - alla Sorbona - e a Montpellier, alcune persone nascoste dai caschi hanno picchiato con bastoni, manganelli e taser degli studenti.

Raphaële Tavernier, euronews: "Oltre alla riforma Parcoursup e al movimento studentesco, un altro punto toccato durante le Assemblee Generali, sono le violenze scoppiate nelle università francesi. Ricercatori, insegnanti e relatori hanno voluto dare un sostegno 'inequivocabile' agli studenti, per denunciare l'intervento delle forze dell'ordine nelle università".