ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Judo: Tbilisi Grand Prix, Georgia protagonista

Lettura in corso:

Judo: Tbilisi Grand Prix, Georgia protagonista

Judo: Tbilisi Grand Prix, Georgia protagonista
Dimensioni di testo Aa Aa

Grand-Prix di judo, in corso di svolgimento a Tbilisi, prima giornata.

Uomo del giorno è l'idolo di casa Vazha Margvelashvili, che nella categoria - 66 kg guadagna un meritato oro sconfiggendo in finale il brasiliano Daniel Cargnin.

Percorso brillante quello del georgiano, che batte nell'ordine l'israeliano Mening ed il connazionale Giunashvili, con un waza-ari, prima di approdare in finale.

Terzo gradino del podio per l'uzbeco Akhadov ed il transalpino Jean.

Vazha Margvelashvili dice: "Mi dà più motivazione quando so che mio padre e il resto della mia famiglia sono qui a guardarmi, mi dà quella spinta in più e voglio dire grazie a tutte le persone che sono venute a sostenermi".

La tedesca Theresa Stoll è invece la nostra donna del giorno: per lei arriva la medaglia d'oro nella categoria - 57 kg.

Superata, nell'ultima sfida, la resistenza della francese Recevaux.

Bronzo per l'israeliana Nelson Levy e la tedesca Amelie Stoll.

Anche in tal caso, per la vincitrice decisivo in finale un waza-ari, che le consente di guadagnare il secondo oro al World Tour dopo quello ottenuto lo scorso anno a Dusseldorf.

Theresa Stoll dice: "È diverso perché in casa hai il pubblico che parteggia per te, molti amici e parenti, qui forse puoi combattere più liberamente perché non hai tanta pressione, è diverso ma è anche bello".

Podio tutto georgiano nella categoria uomini - 60 kg: a vincere è Chkhvimiani, giustiziere del connazionale Papinashvili.

Terza piazza per Chaduneli e Nozadze.

A premiare il vincitore è Mikheil Giorgadze, Ministro dello Sport georgiano, in una giornata da ricordare per i colori nazionali.

Tra le donne - 48 kg, la slovena Marusa Stangar vince il derby contro la serba Milica Nikolic, celebrando la medaglia d'oro.

Medaglia di bronzo per la francese Clement e la brasiliana Menezes.

Ed ancora, categoria - 52 kg: qui a sbaragliare la concorrenza è la transalpina Buchard, brava a relegare alla medaglia d'argento l'elvetica Tschopp.

Bronzo per la turkmena Babamuratova e la sloveba Anja Stangar.

Risolutivi, manco a dirlo, due waza-ari per il successo finale.

La mossa del giorno viene dal georgiano Lasha Chaduneli, contro l'azero Valizada: davvero spettacolare il judoka di casa!