ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Multiverso e Big Bang: risponde Paul McNamara

Lettura in corso:

Multiverso e Big Bang: risponde Paul McNamara

Multiverso e Big Bang: risponde Paul McNamara
Dimensioni di testo Aa Aa

Il giornalista di Euronews Jeremy Wilks ci presenta la sua rubrica "AskSpace: riceviamo le vostre domande sull'universo e le giriamo agli esperti, usando l'hashtag #AskSpace.

"Sono qui con Paul McNamara, un fisico dell'ESA (European Space Agency)", dice Jeremy.

"Paul, abbiamo ricevuto questa domanda da Rasty Salah, che vive a Friburgo, in Germania. Vorrebbe sapere se ci sono prove di un multiverso: in quel caso, le leggi della fisica sarebbero le stesse? "

Le bolle del multiverso

"Questa è una buona domanda", risponde Paul McNamara. "Il multiverso è una teoria secondo la quale abbiamo queste bolle multiple di universi...e segue la nostra teoria dell'universo, la teoria del Big Bang...dove abbiamo un periodo chiamato inflazione, dove l'universo è cresciuto in maniera esponenziale, in realtà più velocemente della velocità della luce.

C'è una teoria", continua McNamara, "che sostiene che questo è un processo eterno, e sta ancora accadendo, e che ogni tanto c'è un piccolo 'bip', e quel piccolo 'bip' crea una bolla, e quella piccola bolla è un nuovo universo. E così potremmo avere molti di questi universi".

E prima del Big Bang?

"Abbiamo un'altra domanda", dice Jeremy Wilks, "che abbiamo ricevuto da Dmytro Petukhov, dall'Ucraina, che vorrebbe sapere: può esserci qualche prova delle condizioni che precedono il Big Bang?"

"Questa è un'altra ottima domanda, che molti scienziati stanno ancora valutando: possiamo provare a vedere se l'inflazione è reale, e possiamo farlo usando le onde gravitazionali", spiega Paul McNamara. "Abbiamo una missione che stiamo sviluppando, chiamata LISA, (Laser Interferometer Space Antenna), l'Antenna spaziale con interferometro laser...stiamo cercando queste onde gravitazionali primordiali, e forse, dopo, otterremo qualche informazione in più sulle origini dell'universo".

"Grazie mille, Paul".
Jeremy Wilks invita a seguirci: "Potete inviare le vostre domande sull'universo usando l'hashtag #AskSpace e proveremo a rispondere con il contributo degli esperti.
Noi ci vediamo il mese prossimo con uno scienziato del surf. A presto!".

Altro da space