ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Cosa sappiamo del Novichok, l'agente nervino del caso Skripal

Lettura in corso:

Cosa sappiamo del Novichok, l'agente nervino del caso Skripal

© Copyright :
Agenti con la tunica protettiva al cimitero di Salisbury - REUTERS/Peter Nicholls
Dimensioni di testo Aa Aa

Il Primo Ministro britannico Theresa May ha confermato che l'agente nervino usato per il tentato assassinio dell'ex spia russa Sergei Skripal e di sua figlia è il Novichok, in russo "nuovo arrivato".

Michelle Carlin, docente di Chimica forense e analitica alla Northumbria University, spiega che cosa abbiamo di fronte.

Di che cosa si tratta

I Novichok sono agenti nervini di quarta generazione considerati molto più potenti degli agenti della serie V, per esempio il VX - il più letale tra i nervini conosciuti inclusi sarin, tabun e soman. Si ritiene che gli agenti Novichok siano utilizzati sotto forma di polveri ultrafini, a differenza di altri agenti nervini noti che si trovano sotto forma liquida o di vapore.

Come funziona

Si ritiene che questi agenti Novichok siano costituiti da due componenti non tossici separati che, una volta miscelati, formano un agente nervino. Il meccanismo è molto simile a quello di altri agenti nervini noti; tuttavia, questi agenti sono ritenuti molto più pericolosi degli agenti di serie V. I nervi nel nostro corpo inviano segnali chimici agli organi e tessuti, ma l'agente nervino interrompe questa segnalazione con conseguente sovraccarico di segnali. Questo sovraccarico dei segnali provoca la perdita di controllo dei muscoli. Questo può portare a difficoltà respiratorie, perdita di controllo delle funzioni corporee, aumento della salivazione, convulsioni, paralisi e infine alla morte.

Minaccia sconosciuta

Non è perfettamente chiaro come gli agenti nervini Novichok agiscano in quanto sono la nuova "classe" di sostanze chimiche aggressive. Abbiamo di fronte qualcosa di molto più tossico rispetto ai nervini tradizionali.

Può essere un pericolo per la popolazione?

L'effetto maggiore si ha sugli individui a cui è stata somministrata la dose massima o che hanno avuto l'esposizione più lunga alla sostanza. L'effetto sulla popolazione è pertanto molto limitato, ma le misure precauzionali di decontaminazione sono scattate subito, suggerite dal Chief Medical Officer. Sono stati visitati tutti coloro che si trovavano nelle zone visitate da Skripal e sua figlia a Salisbury domenica pomeriggio tra le 13 e le 16.

Che prospettive di vita hanno le persone coinvolte?

Si sa poco degli effetti a lungo termine di questi agenti Novichok. Tuttavia, si ritiene che possano causare lesioni più serie rispetto ad altri agenti - anche dopo trattamento con l'antidoto.

Un esperto ha detto al Guardian che i Novichok sono resistenti nell'ambiente esterno e hanno una "tossicità addizionale" ancora sconosciuta. Il trattamento per l' esposizione a Novichok sarebbe lo stesso rispetto a quello usato per altri agenti nervini come atropina e diazepam.

Le strutture chimiche degli agenti Novichok sono state rese pubbliche nel 2008 da Vil Mirzayanov, un ex scienziato russo che viveva negli Stati Uniti, ma non sono mai state pubblicamente confermate.