ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Veto del Cremlino su osservatori locali

Lettura in corso:

Veto del Cremlino su osservatori locali

Veto del Cremlino su osservatori locali
Dimensioni di testo Aa Aa

Niente accesso. La Commissione elettorale centrale russa ha rifiutato di accreditare, per le presidenziali del 18 marzo, 4.500 osservatori di due organizzazioni media, Molniya, affiliato al gruppo indipendente di monitoraggio elettorale Golos, e a Levyzhan di Alexey Navalny.

Il portavoce di Molniya ha fatto sapere che faranno ricorso, visto che in precedenza non hanno mai avuto problemi con la commissione elettorale centrale. Intorno a queste elezioni c’è un interesse senza precedenti. In particolare saranno quasi 500 gli osservatori solo dell’Osce. Saranno schierati in tutto il paese in squadre multinazionali di due persone per monitorare l’apertura delle urne, il voto, il conteggio e la tabulazione dei risultati. 8 i candidati, tra cui il presidente uscente Vladimir Putin, super favorito per la vittoria.