ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Russia, il cono gelato si chiama "Povero Ebreo": accuse di razzismo

Lettura in corso:

Russia, il cono gelato si chiama "Povero Ebreo": accuse di razzismo

Russia, il cono gelato si chiama "Povero Ebreo": accuse di razzismo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'azienda russa di prodotti e ingredienti di gelateria, Slavica, ha scatenato un'onda di proteste per aver messo in circolazione un cono chiamato "povero ebreo".

Il cornetto "all'aroma di prugne e cioccolato", venduto al costo di 45 rubli (circa 65 centesimi di euro), è avvolto in un'involucro colorato con i colori della bandiera di Israele, con tanto di Stella di David.

Leonid Steinberg, capo della comunità ebraica di Naberežnye Čelny, città industriale della Russia europea orientale dove ha sede Slavica, ha chiesto l'immediato stop alla commercializzazione del prodotto definito "razzista", scrive Radio Free Europe.

In caso di rifiuto da parte dell'azienda, Steinber ha promesso di andare per vie legali. L'ufficio del procuratore della città ha già iniziato le opportune verifiche sulla legalità dell'uso della bandiera di Israele sul pacchetto.

Nel 2016 la stessa compagnia, Slavica, mise in vendita il gelato "Obamka", con chiaro riferimento all'allora Presidente degli USA, ma dopo le accuse di razzismo e anti-americanismo (anche per via del suffisso diminutivo -ka) fu costretta a ritirarlo dal mercato.

Il gelato è prodotto nella fabbrica siberiana di Krasnoyarsk. Il nome della compagnia ammicca alla parola "slavo" e alla parola russa che vuol dire "eccellente". I gelati sono venduti in tutto l'est del Paese.

Il direttore della compagnia ha risposto dicendo che, guardando le vendite, "questo ebreo non è poi davvero così povero".

Gusto Obama dark chocolate

Un altro prodotto controverso della stessa azienda fu il cono Khokhol, termine dispregiativo usato per indicare gli ucraini. Anche in questo caso, la confezione rimandava ai colori della bandiera ucraina, giallo e blu.