ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi al Colle: dagli ordini alle cortesie

Lettura in corso:

Berlusconi al Colle: dagli ordini alle cortesie

Berlusconi al Colle: dagli ordini alle cortesie
@ Copyright :
Foto: REUTERS/Stefano Rellandini
Dimensioni di testo Aa Aa

Due giorni fa un perentorio messaggio al Colle: "Il centro-destra dovrà ottenere il mandato di governare"

Le parole sono importanti, diceva Nanni Moretti in Palombella Rossa. E con quelle del suo video-messaggio, Berlusconi sembra voler già far dimenticare il primo, più aggressivo, comunicato del dopo-voto.

Su Twitter un estratto della nota diffusa da Forza Italia, in seguito all'incontro fra Berlusconi e Salvini all'indomani del voto. Con toni decisamente più perentori rispetto a quelli del video-messaggio di Berlusconi, il partito argomentava con i numeri ottenuti alle elezioni e parlava di coalizione che "dovrà" ottenere il mandato di governare l'Italia. Toni e termini che lo stesso giorno Berlusconi aveva fatto propri, con un post sulla sua pagina Facebook.

Ora il videomessaggio: "Io regista del centro-destra e garante della coalizione" (che si rimette a "equilibrio e saggezza" di Mattarella)

Tutt'altro che dimezzato, l'ex cavaliere che si offre alle telecamere per il suo monologo sembra un altro rispetto a quello della nota diffusa dopo l'incontro con Salvini. Partecipa alla sua soddisfazione e a quella della Lega, mette i numeri di Forza Italia sul conto dell'impossibilità di candidarsi a pieno titolo ma, soprattutto, diluisce il pressing su Mattarella, a cui due giorni fa mandava a dire che "il centrodestra dovrà ottenere il mandato per governare", rimettendosi ora al "suo equilibrio e alla sua saggezza".

E se con il Colle Berlusconi sceglie di ammorbidire i toni, su rapporti di forza e gerarchie interne, mette invece i puntini sulle "i". "Resterò leader di Forza Italia", ha detto, per sé ritagliando poi anche il ruolo di "regista del centrodestra" e "garante della compattezza della coalizione".