ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Alcool possibile vittima della guerra commerciale USA-UE

Lettura in corso:

Alcool possibile vittima della guerra commerciale USA-UE

 Alcool possibile vittima della guerra commerciale USA-UE
Dimensioni di testo Aa Aa

I rivenditori europei di alcolici americani prevedono perdite a causa di una possibile guerra commerciale tra Stati Uniti e Unione Europea. In Belgio la Premium Spirits, una delle maggiori compagnie importatrici di alcolici come il Whisky bourbon, teme che le minacce di Trump di imporre dazi sull'acciaio e allumino europeo possano innescare una risposta che punta sul whisky americano.

"Se domani si verificassero dei cambiamenti nei dazi all'importazione, ciò danneggerebbe enormemente i produttori - afferma il direttore della Premium Spirits, Jacques Carlens- e naturalmente influenzerebbe la nostra attività. Potremmo dover ridurla a causa del cambiamento legislativo. Si tornerebbe agli anni '50 se non addirittura al proibizionismo".

A pagarne il prezzo sarebbero i consumatori con conseguenze su tutta l'economia. Mercoledi a Bruxelles la Commissione europea ha discusso delle possibili contromisure da adottare se Trump dovesse passare dalle parole ai fatti. Nel mirino ci sarebbero motociclette, jeans e altri prodotti made in USA, soprattutto quelli prodotti in Stati come il Kentucky, roccaforte repubblicana.

"Non riusciamo a comprendere come l'Unione europea, amica e alleata nella NATO, possa rappresentare una minaccia per la sicurezza internazionale negli Stati Uniti", ha dichiarato la Commissaria europea al commercio Cecilia Malmström. "Riteniamo che questa considerazione sia profondamente ingiusta".

Stefan Grobe, Euronews

"C'è ancora speranza nei circoli europei che si possa evitare una guerra commerciale, dopotutto Trump è imprevedibile, ma ciò significa che la situazione potrebbe anche peggiorare".