ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni 2018: il voto dei leader candidati alla guida del Paese

Lettura in corso:

Elezioni 2018: il voto dei leader candidati alla guida del Paese

Elezioni 2018: il voto dei leader candidati alla guida del Paese
Dimensioni di testo Aa Aa

Il 4 marzo è arrivato. Oggi l'Italia sceglierà il Parlamento, Camera e Senato, della diciottesima legislatura. L'affluenza già alle 12, dopo l'inizio delle votazioni fissato per le ore 7 del mattino, era del 19,38%. Tra i politici recatisi a votare anche i leader degli schieramenti candidati alla guida del Paese.

Tra le 11.30 e le 12 Silvio Berlusconi ha ritirato la sua scheda in via Scrosati a Milano (città in cui anche Matteo Salvini e Laura Boldrini esprimeranno oggi il loro voto). Silvio Berlusconi è stato contestato da una ragazza a torso nudo che gli ha urlato 'Berlusconi, il tempo è scaduto'. Nel 2013 il leader incandidabile di Forza Italia, era stato contestato da tre attiviste delle Femen con le stesse modalità. Alle urne si è recato anche l'ex presidente del parlamento europeo Antonio Tajani, l'uomo candidato a guidare il governo in caso di vittoria del centro destra.

Il candidato premier del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, ha votato nella scuola di via Pertini a Pomigliano d'Arco (Napoli) nel Seggio numero 18 del plesso "Sulmona", mentre il segretario del Pd Matteo Renzi ha votato nella sezione 10 del seggio allestito nel liceo Machiavelli di Firenze, in via Santo Spirito, nell' Oltrarno. Renzi era accompagnato dalla moglie, che vota in un altro seggio. Ha aperto le danze il capo dello Stato Sergio Mattarella che stamane già alle 8.30 si è recato presso la scuola S. Giovanni XXIII di Palermo.