ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tony Blair sulla Brexit: "gli inglesi devono dire l'ultima"

Lettura in corso:

Tony Blair sulla Brexit: "gli inglesi devono dire l'ultima"

Tony Blair sulla Brexit: "gli inglesi devono dire l'ultima"
Dimensioni di testo Aa Aa

L'ex primo ministro britannico Tony Blair in un'intervista ad Euronews commenta la scelta della Gran Bretagna di lasciare l'Unione Europea. Per Blair la decisione finale spetta al popolo inglese:

L'aspetto critico è che non si può rifare il referendum. Ma quello che si può fare è riconoscere agli inglesi il diritto di dire l'ultima sull'accordo finale, perchè è qualcosa che non è stato ancora annunciato. Per prima cosa il parlamento deve approvarlo ed è difficile che si possa trovare un accordo. Se poi non si raggiunge un'intesa allora si può tornare a sentire il popolo in modo che sia quest'ultimo a prendere una decisione.

Blair figura centrale dell'accordo del Venerdì Santo, uno dei passi cruciali nel processo di pace in Irlanda del Nord, risponde a chi chiede di cambiare l'intesa per il bene della Brexit

L'unica ragione per cui dicono che l'accordo del Venerdì Santo non funziona o non è sostenibile - e certamente lo si puo' modificare - é legata al fatto che chi sostiene la Brexit lo vede come un impendimento per i negoziati - si l'accordo del Venerdì Santo è un problema per coloro che stanno dalla parte della Brexit. Sono pronti a fare qualsiasi cosa, anche se questo significa mettere a rischio la pace in Irlanda del Nord. Una posizione totalmente irresponsabile.

I commenti di Blair arrivano in un momento in cui anche il presidente del Consiglio Europeo Donald Tusk in un incontro a Dowing Street ha sollevato il problema della questione nordirlandese con l'attuale primo ministro Theresa May.