ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Elezioni: la minaccia corre sul web

Lettura in corso:

Elezioni: la minaccia corre sul web

Elezioni: la minaccia corre sul web
Dimensioni di testo Aa Aa

Una minaccia chiamata influencer. Ovvero come influenzare l'orientamento degli elettori italiani.

Un'allerta lanciata dagli 007, e contenuta da un documento di sicurezza nazionale, ribadita anche dal Ministro dell’Interno Marco Minniti. Tutto corre sul web. Nel mirino partiti e candidati. Una manipolazione e diffusione mirata di informazioni acquisite attraverso manovre intrusive nel cyber-spazio", voler a alimentare tensioni socio-economiche, accrescere l'instabilità politica dell’Italia o di altri Paesi europei. Contrastare questi fenomeni è possibile? Attacchi veri o presunti ? Lo abbiamo chiesto al Professor Paolo Prinetto, Presidente del CINI, il Consorzio Interuniversitario nazionale per l’informatica.

"Credo che con il sistema di voto italiano ancora manuale, il rischio di cyber-attacchi sia davvero molto marginale"

Paolo Prinetto Presidente del "CINI"

"Qui si parla di fake news, queste notizie false sono un problema serio per i Paesi e le democrazie, in quanto attraverso queste notizie, è possibile manipolare l'opinione pubblica e orientare le decisioni dei governi, con lo scopo, magari di delegittimare personalita ed istituzioni oppure inquinare il dibattito scientifico. Basta pensare a cosa è accaduto in Italia, di recente, con le varie compagne contro i vaccini", ci spiega il Professore Prinetto. "Vista l'autorevolezza della fonte, la relazione del Parlamento e del comparto dell'intelligence italiano, questa minaccia è vera. Se poi gli attacchi saranno sventati, lo scopriremo a posteriori. Ma da questo punto di vista sono ottimista."

Rischio reale o bufale?

Quanto pesa davvero questa minaccia sul voto del 4 marzo? Secondo il Presidente del Cini anche se la minaccia è reale non significa ci troveremo di fronte a brogli elettorali. "Credo che con il sistema di voto italiano ancora manuale, il rischio di cyber-attacchi sia davvero molto marginale. Il Paese è dunque abbastanza protetto”, conclude Prinetto.

Da Anonymous all'ombra della mafia sulle elezioni. La nostra cyber-intellingence è al lavoro per garantire la massima trasparenza.