ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Berlusconi, di nuovo in campo

Lettura in corso:

Berlusconi, di nuovo in campo

Berlusconi, di nuovo in campo
Dimensioni di testo Aa Aa

Simbolo di una longevità politica rara o forse di un paese che non sa cambiare. Silvio Berlusconi e la sua carriera segnano un ventennio della storia d'Italia, 4 volte presidente del Consiglio, ministro ad interim più volte, forse l'uomo più processato di tutti i tempi. Circa 60 i procedimenti penali aperti contro di lui, senza contare quelli contro le sue aziende.

Nasce imprenditore prima nel settore dell'edilizia, poi in quello televisivo. Nel 1994 l'annuncio del suo ingresso in politica con la Nascita di Forza Italia, alle elezioni di quell'anno il suo partito alleato con Alleanza Nazionale di Gianfranco Fini, la Lega Nord e il partito di Casini ottiene oltre il 20% di consensi.

Silvio Berlusconi ha dominato la scena politica ininterrottamente dal primo governo nato nel 1995 fino al quarto durato fino al 16 novembre 2011.

L'uscita di scena di Fini e la crisi finanziaria internazionale ne determinano la caduta, seguiranno prima il governo tecnico guidato da Monti poi quello a maggioranza Pd di Enrico Letta. Berlusconi resta sulla scena con la firma del patto del Nazareno quando a succedere sarà il nuovo premier Mattero Renzi. Il 27 novembre 2013 dopo 19 anni di attività politica, decade la carica da senatore di Berlusconi per effetto della legge Severino dopo la condanna in via definitiva per frode fiscale a quattro anni di reclusione nel processo mediaset. Dopo aver scontato la pena l'8 marzo 2015, Berlusconi riacquista la piena libertà, pur restando incandidabile fino al 2019.

Nel 2017, l'annuncio: Berlusconi torna ufficialmente sulla scena politica, ma solo per guidare la campagna poltiica per le elezioni 2018. L'ex cavaliere con Forza Italia si propone come faro di un centrodestra che sembra non avere più una leadership. Sua non sarà però la candidatura a futuro Presidente del Consiglio per gli effetti della Severino.

Nel 2018 viene siglato l'accordo di coalizione tra Forza Italia, Fratelli d'Italia e Lega, per correre insieme alle legislative.