ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Assassinati in Slovacchia il giornalista investigativo Ján Kuciak e la compagna

Lettura in corso:

Assassinati in Slovacchia il giornalista investigativo Ján Kuciak e la compagna

Assassinati in Slovacchia il giornalista investigativo Ján Kuciak e la compagna
© Copyright :
REUTERS/Radovan Stoklasa
Dimensioni di testo Aa Aa

Il noto giornalista investigativo slovacco Jan Kuciak è stato ucciso nella sua abitazione insieme alla sua compagna. Lo ha reso noto la polizia che ha trovato i corpi senza vita dei due domenica 25 febbraio.

Secondo il quotidiano Dennik N, l'omicidio, avvenuto nel weekend, sarebbe legato all'attività del reporter impegnato in indagini su frodi fiscali che toccherebbero anche esponenti politici vicino al partito di governo, guidato dal socialdemocratico Robert Fico. Luciak, 27 anni, lavorava per il sito Aktuality.

Il caso, scrive Reuters, ha sconvolto la comunità del piccolo stato centroeuropeo.

Lui e la sua ragazza sono stati uccisi da colpi di pistola nel loro appartamento di Velka Maca, 65km a est di Bratislava.

L'editore di Aktuality, Axel Springer, ha condannato quello che ha definito il "crudele assassinio" del giornalista. I leader slovacchi hanno promesso di consegnare alla giustizia i responsabili del duplice omicidio.

“Dalle informazioni disponibili, sembra che la motivazione più probabile sia da legarsi al lavoro investigativo del giornalista", ha dichiarato il capo della polizia slovacca Tibor Gaspar in una conferenza stampa televisiva.

L'ultima storia di Kuciak per Aktuality, il 9 febbraio, analizzava nuove transazioni sospette di aziende legate all'imprenditore Marián Kočner e collegate ad un complesso di appartamenti di lusso a Bratislava, già al centro di uno scandalo politico l'anno scorso.

Non è stato possibile raggiungere subito Kočner per un commento sulla notizia.

Le proteste del 2017

Il caso aveva suscitato proteste nel 2017: i dimostranti avevano chiesto le dimissioni del ministro degli Interni Robert Kalinak per via dei sui rapporti commerciali con il costruttore Ladislav Basternak, indagato per possibili frodi fiscali. Entrambi hanno negato qualsiasi illecito nei loro affari.

“Siamo sconvolti e stupiti per la notizia che Jan Kuciak la sua compagna siano stati vittime di un crudele assassinio", ha scritto Ringier Axel Springer Slovacchia in un comunicato.

In esso si afferma che ci sono "fondati sospetti" che l'omicidio sia collegato all’attuale "ricerca” di Kuciak. A causa delle indagini penali in corso, non vengono specificati ulteriori dettagli.

I leader slovacchi hanno condannato gli omicidi

“Dobbiamo trovare i responsabili al più presto possibile e garantire la sicurezza di tutti i giornalisti, utilizzando tutti i mezzi a nostra disposizione", ha dichiarato il presidente Andrej Kiska in una dichiarazione.

Il Primo Ministro Robert Fico ha convocato una riunione d'mergenza con il Ministro degli interni Kalinak, l'avvocato generale dello Stato, il capo della polizia nazionale e il capo dei servizi segreti.

“Se fosse dimostrato che la morte del reporter investigativo sia legata al suo lavoro giornalistico, si tratterebbe di un attacco senza precedenti alla libertà di parola e alla democrazia in Slovacchia", ha detto Fico.

La Slovacchia è al 17° posto nel ranking 2017 World Press Freedom di Reporters Sans Frontieres. L'organizzazione ha condannato l'omicidio che "colpisce nuovamente un giornalista investigativo nel cuore dell'Unione Europea".

L'economia della Slovacchia ha registrato un boom e il tenore di vita è aumentato drasticamente da quando il Paese ha aderito alla UE nel 2004, ma molti slovacchi sostengono che il loro paese non difenda ancora lo Stato di diritto, soprattutto punendo adeguatamente la corruzione.

Quattro mesi fa, il 16 ottobre 2017, la giornalista investigativa Daphne Caruana Galizia è stata fatta saltare in aria con un’autobomba a Malta. Quello di Kuciak è il cinquantesimo omicidio di un giornalista nell'Unione Europea in 10 anni.