ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Scontri anche a Pisa: campagna a rischio degenerazione?

Lettura in corso:

Scontri anche a Pisa: campagna a rischio degenerazione?

Scontri anche a Pisa: campagna a rischio degenerazione?
Dimensioni di testo Aa Aa

Ancora scontri e ancora violenze. Ormai praticamente all'ordine del giorno, continuano a ritmare questa campagna elettorale. Teatro degli ultimi episodi Pisa, dove qualche centinaio di antagonisti erano scesi in strada, con l'intento di raggiungere un comizio di Matteo Salvini. Il copione è rituale: da una parte la polizia che si oppone con cariche e manganelli, dall'altra un lancio di pietre, bastoni e bottiglie.

Quanto basta, perché il segretario della Lega parli di violenti che vogliono riportarci al passato e prometta: "Quando ci sarà il governo Salvini, poliziotti e carabinieri non dovranno occuparsi di questi figli di papà, ma di garantire la sicurezza degli onesti cittadini".

Toni esasperati e nuove violenze, che mettono subito a dura prova le rassicurazioni di Minniti: "La nostra democrazia è forte - aveva detto il Ministro degli interni dopo gli scontri in fotocopia, avvenuti giovedì a Torino, in occasione di un comizio di CasaPound -. Abbiamo gli strumenti per affrontare con serenità la campagna elettorale, che è il cuore della democrazia".