ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Presenze in Parlamento: come si sono comportati gli eletti all'estero?

Lettura in corso:

Presenze in Parlamento: come si sono comportati gli eletti all'estero?

Presenze in Parlamento: come si sono comportati gli eletti all'estero?
© Copyright :
agenziami
Dimensioni di testo Aa Aa

Quanto sono stati diligenti i 18 parlamentari della circoscrizione estero nella legislazione che si è appena conclusa? Hanno partecipato assiduamente ai lavori di Camera e Senato o hanno disertato le aule come alcuni loro celebri colleghi? La risposta è nei dati forniti da OpenPolis, che monitora presenze e assenze di deputati e senatori (per tracciare la partecipazione ai lavori il conto delle presenze non è fatto sulle sedute dell'aula ma sulle singole votazioni elettroniche).

I numeri mostrano che alla Camera gli eletti all'estero in media hanno 'marinato' le votazioni più dei loro colleghi: i 12 deputati hanno una media assenze del 28,55% (la media della Camera è del 21,73%). Hanno fatto meglio i 6 senatori: la loro media di assenze è del 13,04%, inferiore a quella del Senato (17,53%).

La parlamentare 'estera' più diligente è stata Laura Garavini, deputata del PD eletta nella ripartizione Europa, assente solo nel 9,08% delle votazioni. A Palazzo Madama invece Mario Borghese e Mario Caruso (entrambi di SC-ALA CLP-MAIE) hanno partecipato a meno della metà delle votazioni, risultando assenti rispettivamente nel 52,5% e 51,42% dei casi. E' bene precisare che nel corso delle votazioni elettroniche in aula un parlamentare può essere assente, presente o in missione, cioè impegnato in compiti istituzionali e politici nelle commissioni permanenti e bicamerali, o nell’ufficio di presidenza.

.