ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Tel Aviv: svastiche e insulti sull'ambasciata polacca

Lettura in corso:

Tel Aviv: svastiche e insulti sull'ambasciata polacca

Tel Aviv: svastiche e insulti sull'ambasciata polacca
Dimensioni di testo Aa Aa

Scritte ingiuriose e svastiche sono state disegnate all'ingresso dell'ambasciata della Polonia a Tel Aviv. Vandalismo commesso da ignoti il giorno dopo le dichiarazioni del primo ministro polacco Mateusz Morawiecki che, alla Conferenza sulla sicurezza di Monaco, aveva affermato che durante la Shoah "ci furono colpevoli polacchi, così come ebrei, russi e ucraini, non solo tedeschi".

Frasi che hanno scatenato nuova indignazione da parte di Israele, dopo l'approvazione della legge che prevede il carcere fino a tre anni per chi attribuisce ai polacchi crimini nazisti.

"C'è un problema di incapacità di capire la storia e una mancanza di sensibilità verso la tragedia del nostro popolo", aveva commentato Benjamin Netanyahu.

Le relazioni fra i due Paesi restano tese, nonostante la telefonata intercorsa tra i due primi ministri nelle ultime ore, e una dichiarazione ufficiale sul sito del governo polacco che smentisce ogni ipotesi di negazionismo.