ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Greenpeace e il "santuartio Antartico"

Lettura in corso:

Greenpeace e il "santuartio Antartico"

Greenpeace e il "santuartio Antartico"
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Arctic Sunrise, nave da ricerca di Greenpeace, continua il suo viaggio nell'Oceano Antartico per documentare gli effetti del cambiamento climatico. Il progetto è quello di creare un "Santuario Antartico, necessario secondo Greenpeace, per mettere l'area off limits alla pesca industriale del krill il piccolo crostaceo di cui si nutrono pinguini e balene.

WILL MCCALLUM, GREENPEACE:

"Nel corso della storia abbiamo visto che ogni volta che sono stati scoperti nuovi posti, l'uomo è entrato ed ha cominciato la sua opera di sfruttamento. E in Antartide non è cosi diverso. Alcune compagnie di pesca vogliono espandere il loro lavoro pescando un crostaceo simile a un gambero chiamato krill che pero' è alla base dell'intera rete alimentare in questa zona".

Il santuario antartico misurerebbe 1,8 milioni di chilometri quadrati e diventerebbe la più grande area protetta sulla terra. La proposta sarà supportata dal Governo tedesco alla prossima Convention per la conservazione delle risorse marine dell'Antartico, prevista in Australia il prossimo ottobre.