ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Città del Capo: siccità record

Lettura in corso:

Città del Capo: siccità record

Città del Capo: siccità record
Dimensioni di testo Aa Aa

L’acqua sta finendo. Si va verso il Day-zero. Siamo a Città del Capo, la seconda metropoli del Sud Africa alle prese con la più grave siccità dell’ultimo secolo.

Una crisi idrica senza precedenti che ha costretto il governo a proclamare lo stato di calamità naturale in tutto il Paese, come ci spiega anche la nostra corrispondente Saras Arjunan: "In questa scuola superiore c’è rimasto aperto solo un rubinetto, tutti gli altri servizi igienici sono stati chiusi". Dal 1 febbraio sono entrate in vigore nuove regole finalizzate a limitare il consumo. "Come potete notare nel nostro college, alcune zone del prato sono bruciate, l'acqua del pozzo è stata dimezzata e si può annaffiare l’erba solo due volte a settimana".

In alcuni quartieri periferici ogni giorno, migliaia di cittadini si mettono in fila per riempire bidoni e bottiglie, sotto la rigida sorveglianza della polizia. Non è più possibile, infatti, superare il tetto di 50 litri d’acqua al giorno a persona. “È stato difficile adattarmi alle regole, io come tanti altri studenti di questa scuola, alla fine ci si abitua”, dice una ragazza“ Ci sono paesi che sono alle prese con altri disastri naturali che si verificano breve tempo. Qui il fenomeno è stato lento. Ovviamente non per questo la viviamo meglio, ma come si reagisce a fattori imposti dal clima? Cambiando, sarebbe bello fare qualcosa”, ci fa notare un altro studente.

Il piano d’emergenza prevede 200 punti di distribuzione per 4 milioni di abitanti, che attendono l’arrivo della stagione delle piogge invernali.