ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Parlamento europeo condanna la situazione dei diritti umani in Turchia

Lettura in corso:

Il Parlamento europeo condanna la situazione dei diritti umani in Turchia

Il Parlamento europeo condanna la situazione dei diritti umani in Turchia
Dimensioni di testo Aa Aa

La Turchia revochi lo stato d'emergenza che permette alle autorità di soffocare l'opposizione e la libertà di espressione. Lo chiedono gli eurodeputati in una risoluzione approvata a larga maggioranza a Strasburgo. Il documento evoca una serie di violazioni di diritti umani fra cui gli arresti indiscriminati e la chiusura di oltre 160 organi d'informazione.

"Ci sono stati piccoli progressi in alcuni casi riguardanti i diritti umani, ma le violazioni hanno continuato a colpire figure di rilievo della società civile, utenti dei social media, personale medico, e la lista potrebbe continuare", ha commentato l'alta rappresentante della politica estera Ue Federica Mogherini.

Il Parlamento europeo si dice anche "seriamente preoccupato per le conseguenze umanitarie dell'intervento militare" ad Afrin, nel nord della Siria.

Le libertà fondamentali saranno all'ordine del giorno in un incontro fra i leader delle istituzioni europee e il presidente turco il 26 marzo in Bulgaria.

"Il parlamento europeo - commenta la nostra corrispondente da Bruxelles Gülsüm Alan - vuole mettere Ankara di fronte alle sue responsabilità con un linguaggio un po' più diretto di quello usato dagli Stati membri e dalla Commissione europea. Per gli eurodeputati, il tentato colpo di Stato è stato usato come un pretesto per mettere a tacere l'opposizione. Il Parlamento chiede poi al governo turco di liberare immediatamente e senza condizioni tutte le persone detenute senza prove convincenti".