ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Acqua potabile per tutti, ecco la proposta della Commissione UE

Lettura in corso:

Acqua potabile per tutti, ecco la proposta della Commissione UE

Dimensioni di testo Aa Aa

Non solo acqua migliore ma anche più accessibile. E' questo l'obiettivo della proposta di modifica della direttiva sull'acqua che la Commissione europea si appresta a presentare giovedì. Sono 20 milioni gli europei che rischiano di non avere pieno accesso ad acqua potabile di qualità, soprattutto in quei paesi in cui vivono comunità Rom o in quelle società fortemente colpite dalla crisi economica.

"L'acqua deve essere organizzata e gestita in modo da evitare abusi e corruzione", sostiene Pablo Sanchez Centellas, portavoce dell'unione dei servizi pubblici europei. "E' necessaria trasparenza affinché tutti, dai lavoratori ai cittadini che la bevono, ai contadini che la usano e all'industria che la impiega, passano dire la loro su come deve essere usata".

Nei paesi in cui l'acqua è privatizzata, le società possono tagliare la fornitura a quelle persone che non riescono a pagare la bolletta. Tutta un'altra storia in Vallonia, in Belgio, dove ogni anno circa 2 euro della fattura pagata dal consumatore vanno in un fondo sociale che consente di garantire l'accesso all'acqua potabile anche ai più poveri.

"È stata una decisione politica, è un decreto del parlamento vallone: cosi come esistono i contributi per la previdenza sociale, hanno creato un fondo per aiutare chi non può permettersi di pagare l'acqua", spiega Benoît Moulin, responsabile comunicazione della societé wallonne des eaux.

La proposta, inoltre, obbliga gli Stati membri a garantire acqua di rubinetto nei luoghi pubblici, ad esempio sostituendo le bottiglie di plastica nei ristoranti e nelle mense ma anche installando fontanelle pubbliche nelle città.