ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Al-Sisi contro Al-Sisi: l'opposizione grida alla farsa

Lettura in corso:

Al-Sisi contro Al-Sisi: l'opposizione grida alla farsa

Foto: REUTERS/Mohamed Abd El Ghany
Dimensioni di testo Aa Aa

Candidature posticce, intimidazioni e ritiri dell'ultima ora

Candidature posticce di sostenitori di Al-Sisi, intimidazioni ai suoi avversari più scomodi e misteriose marce indietro dell'ultima ora. L'opposizione egiziana grida alla farsa e, bollando la consultazione presidenziale di fine marzo come un'elezione a candidato unico, lancia l'appello a seguirla nel boicottaggio delle urne. 

Gli uffici della Commissione elettorale egiziana al Cairo

"Senza candidati non ci sono libertà (né vere elezioni"): l'opposizione invita a boicottare il voto

All'attivo oltre 15 arresti e in curriculum la palma di solo contendente di Al-Sisi alle elezioni che gli consegnarono l'Egitto nel 2014 dopo la cacciata di Morsi, Hamden Sabahi ne riassume le posizioni parlando di passaggio obbligato, per chiunque ancora aspiri a una vera trasformazione democratica del Paese: "Non ci sono garanzie - ha tuonato questo martedì dal Cairo -, non ci sono candidati e non ci sono libertà. Quindi, non sono elezioni". Critiche a cui il portavoce di Al-Sisi ha risposto, di fatto dicendo che non è colpa sua se vi siano stati reticenze a presentarsi da parte di altri avversari.

Hamden Sabahi, figura dell'opposizione e solo sfidante di Al-Sisi alle Presidenziali del 2014

Unico avversario di Al Sisi è lo sconosciuto Mousa Moustafa Mousa: contendente che fino alla scorsa settimana faceva campagna per lui

Fatto sta, che al netto di più o meno misteriosi ritiri, l'unico sfidante del Generalissimo è il poco noto Mousa Moustafa Mousa: leader del partito Ghad, che fino a lunedì ostentava sul suo profilo Facebook una foto di Al Sisi e ancora la scorsa settimana organizzava eventi in favore della sua candidatura.

Il leader del partito Ghad, Mousa Moustafa Mousa, è l'unico contendente di Al Sisi alle Presidenziali di Marzo. Fino alla scorsa settimana faceva campagna per lui