ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Catalogna: il dilemma di Puidgemont

Il leader catalano, rifugiatosi a Bruxelles per sfuggire alla giustizia spagnola, vuole rientrare in Spagna per farsi rieleggere. I giudici non sono disposti a concedergli la possibilità di rientrare senza che sia arrestato.

Lettura in corso:

Catalogna: il dilemma di Puidgemont

Dimensioni di testo Aa Aa

Tornare, restare. Per Carles Puidgemont la decisione è di importanza capitale. Il leader separatista catalano ha annunciato che chiederà alla giustizia spagnola il permesso per partecipare al dibattito previsto per martedì al Parlamento catalano sul voto e l'investitura del nuovo presidente.

La Corte Costituzionale ha votato in modo unanime sulla necessità che Puidgemont, sulla cui testa pende un mandato d'arresto, debba rientrare dal Belgio, costituirsi, e solo dopo potrà chiedere al giudice istruttore il permesso per partecipare alla sessione del Parlament . Puidgemont era partito per Bruxelles in fuga dalla giustizia spagnola dopo la dichiarazione di indipendenza unilaterale della Catalogna in ottobre. Il suo entourage aveva più volte ripetuto che Puidgemont avrebbe potuto farsi eleggere in teleconferenza o per procura. Lui stesso aveva sempre ribadito invece che preferiva rientrare in Spagna a condizione di non essere arrestato. E' il solo candidato alla carica di presidente della Catalogna dopo la vittoria degli indipendentisti alle elezioni dello scorso dicembre convocate da Madrid per rinnovare il parlamento catalano.