ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Francia, paura e delirio al supermercato per la Nutella a -70%

Lettura in corso:

Francia, paura e delirio al supermercato per la Nutella a -70%

Francia, paura e delirio al supermercato per la Nutella a -70%
© Copyright :
REUTERS/Kai Pfaffenbach/File Photo
Dimensioni di testo Aa Aa

Una promozione del 70% sui vasetti da 950 grammi di Nutella ha provocato scene di delirio consumistico assoluto in alcuni supermercati francesi. 

È successo negli store della catena Intermarché in coincidenza con i super-sconti sul barattolo grande della spalmabile alla nocciola, partiti giovedì 25 gennaio.  

"La gente si è precipitata, ci si è urtati gli uni con gli altri, ci si è fatti del male. È stata un'orgia", ha dichiarato a AFP un dipendente di un supermercato di Forbach (Moselle) che ha preferito rimanere anonimo. "Siamo stati sul punto di chiamare la polizia", ha sospirato.  

La catena di ipermercati offre una promozione del 70% sul barattolo della famosa spalmabile Ferrero da giovedì a sabato. Il barattolo da 950 grammi è venduto per 1,41 euro invece di 4,50 euro.

L'azienda è stata contattata più volte da AFP ma non ha rilasciato dichiarazioni. Ferrero si è dissociata da questa operazione.

"Una donna si è fatta tirare i capelli, una signora anziana ha preso una scatola di cartone sulla testa, un'altra ha una mano sanguinante. È stato terribile", si legge in una testimonianza pubblicata su Le Parisien.

"La società Ferrero desidera sottolineare che questa promozione è stata decisa unilateralmente dal marchio Intermarché", si legge in un comunicato. Il gruppo "deplora questa operazione e le sue conseguenze"

Enormi code si sono formate fin dalle prime ore di giovedì davanti alle porte dei negozi. " È pazzia, sembra di essere al primo giorno di saldi", ha detto ad AFP un dipendente dell'Intermarché di Haguenau (Bas-Rhin) dove sono state registrate tensioni ma nessun incidente.  

"Così distruggiamo la scala dei valori. Il cliente ritiene che se il vaso Nutella può essere venduto al 70% in meno è perchè il resto dell'anno il margine di profitto è enorme", ha osservato un dipendente di un Intermarché a Revigny-sur-Ornain (Mosa) sotto la copertura di anonimato.

In questo negozio, l'intero stock di vasetti Nutella è stato rapidamente spazzato via, senza incidenti, da "cacciatori di promozioni venuti qui solamente per quel prodotto", ha aggiunto.

L'operazione promozionale ha riguardato tutti gli Intermarché in Francia ma dopo l'annuncio, lunedì, si sono registrati problemi negli approvvigionamenti. L'avvio dell'operazione di marketing è coincisa con la minaccia del Presidente Emmanuel Macron, nell'ambito delle trattative tra distributori, industriali e agricoltori, di denunciare le parti che non avessero rispettato le buone pratiche. 

Il 14 novembre scorso, i settori della distribuzione, agroalimentare e agricolo, hanno firmato una carta di buona condotta, che dovrebbe consentire una migliore distribuzione del valore tra gli attori della filiera, allo scopo di fermare la guerra dei prezzi.  

Un limite ai saldi troppo aggressivi

Il ministro dell'Agricoltura francese, Stéphane Travert, vuole fissare i limiti per le promozioni dei prodotti alimentari al 34% del loro valore totale per meglio salvaguardare gli agricoltori, si legge su BFMTV. "Queste offerte commerciali molto aggressive sui prodotti alimentari devono scomparire. [...] Sarà sempre possibile acquistare tre prodotti alimentari al prezzo di due, ma niente più offerte del tipo: un prodotto acquistato, un prodotto offerto. Sovvertono la nozione di equità dei prezzi agli occhi dei consumatori".

I video pubblicati sui social network oggi parlano da soli.