ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Paul Bocuse: Papa della cucina, cuoco del secolo

Lettura in corso:

Paul Bocuse: Papa della cucina, cuoco del secolo

Paul Bocuse: Papa della cucina, cuoco del secolo
Dimensioni di testo Aa Aa

Tre stelle Michelin l'hanno incoronato re della cucina, Paul Bocuse è stato per decenni la quintessenza dell'arte culinaria.

Nato nel 1926, il portabandiera della cucina tradizionale francese, è un figlio d'arte. La famiglia Bocuse è una famiglia di cuochi che si tramandano ricette e segreti dal XVII secolo. Lui si può dire abbia indossato il grembiule bianco sin dalla culla. Il suo nome sarà sempre associato alla città di Lione, città famosa per l'itinerario enogastronomico e l'ampia scelta di ristoranti e giovani cuochi, come ebbe a dire lo stesso Bocuse.

Nel 1996, per il G7 che si tiene a Lione, le grand chef si mette ai fornelli per i potenti della terra.

"Il presidente Chirac mi ha chiesto di preparare un piatto tipicamente lionese. Preparo la quenelle, Georges Blanc preparerà un'anatra di Bresse. A Pierre Trois Gros l'onore di preparare il dessert e a Bernachon il cioccolato", dichiarava Bocuse.

Il suo ristorante a Collonges-au-Mont-d'Or, a qualche chilometro da Lione, è diventato un luogo di culto per gli adepti della cucina francese.

Gli piaceva il burro, la panna e il vino e combinando questi e altri elementi ha ottenuto tutti i più prestigiosi riconoscimenti culinari.

La prima stella Michelin è del 1958, due anni dopo diventa il primo lavoratore di Francia.

"Ho l'impressione di imparare tutti i giorni, una mia preoccupazione è quella di trasmettere questo lavoro", spiegava lo chef.

Per questo il cuoco dei cuochi ha fondato a Ecully, periferia chic di Lione, l'istituto internazionale di cucina Paul Bocuse.

Il suo contributo è stato riconosciuto a livello internazionale.

Dal 1987, il Bocuse d'Or incorona il miglior cuoco. La gara gastronomica si tiene una volta ogni due anni a Lyon.