ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Macron e May firmano "accordo di frontiera"

Lettura in corso:

Macron e May firmano "accordo di frontiera"

Macron e May firmano "accordo di frontiera"
Dimensioni di testo Aa Aa

Un trattato per "rafforzare la gestione comune delle frontiere e del problema migranti". Nel vertice franco-britannico che si è tenuto a Sandhurst nei pressi di Londra, Emmanuel Macron e Theresa May hanno inaugurato un nuovo periodo nelle relazioni bilaterali tra Francia e Gran Bretagna firmando un accordo di cooperazione in materia di immigrazione. Al centro delle discussioni, ancora una volta, la città-simbolo di Calais, diventata in questi anni emblema della crisi migratoria europea. Il testo prevede un maggiore impegno finanziario da parte di Londra, che dovrebbe partecipare alle spese per la gestione e il controllo della sicurezza nella zona costiera francese con un contributo di circa 50 milioni di euro.

Così la May: "Rafforzeremo le infrastrutture di sicurezza con nuove tecnologie e i nuovi investimenti renderanno i confini del regno unito ancora più sicuri".

Il sospetto, avanzato da alcuni giornalisti in conferenza stampa però, è stato quello che Londra abbia deciso anche di prendere più migranti nella speranza che questo riavvicinamento permetta al Regno Unito di avere la Francia dalla propria parte quando si tratterà di negoziare la Brexit. Macron ha rispedito i sospetti al mittente: "Non sono qui per premiare o punire. Voglio che il mercato comune sia protetto perché è una conquista dell'Unione europea. La palla è adesso nel campo britannico. Non ci può essere un accesso differente al mercato unico senza considerare anche i servizi finanziari".

Banche e servizi finanziari infatti, rischiano di diventare il nodo gordiano da sciogliere per Londra. La speranza inglese è probabilmente quella di aver trovato un sostegno in Parigi per portare a casa un accordo non penalizzante.