ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

In Siberia la temperatura è scesa a -62°C congelando anche i termometri

Lettura in corso:

In Siberia la temperatura è scesa a -62°C congelando anche i termometri

In Siberia la temperatura è scesa a -62°C congelando anche i termometri
@ Copyright :
REUTERS
Dimensioni di testo Aa Aa

Benvenuti a Ojmjakon, Sacha-Jacuzia, Russia. Qui la temperatura lo scorso fine settimana è scesa a -62°C ma in passato si è visto anche di peggio. In quello che i russi chiamano "Il polo del freddo", infatti, sono stati segnati -71.2°C nel 1924. Nulla a che vedere, a sua volta, con la più bassa temperatura mai registrata sulla terra: i -89.2°C della stazione antartica di Vostok nel 1983.

L'espressione idiomatica "la colonnina di mercurio ha fatto toccare i..." in questo caso non è molto azzeccata in quanto perfino i termometri tradizonali spesso non sono arrivano a temperature così basse.

Nel villaggio di Ojmjakon, 800 abitanti, la nostra pagina meteo prevede minime fino ai -50°C per le prossime ore. Le scuole sono chiuse ma la popolazione locale sa bene che il peggio arriva di solito intorno febbraio e non si scompone più di tanto.

#полюсхолода 14.01.2018

Une publication partagée par Сивцева (@sivtseva9452) le

Nonostante le rigide temperature, c'è chi è riuscito ad uscire in accappatoio e ciabatte per darsi una veloce sciacquata. Esistono infatti turisti che vengono dalla Cina per fare esperienza dell'inverno più tagliente delle loro vite e ne approfittano per cimentarsi nel cosiddetto "battesimo del ghiaccio".

In questo villaggio della Siberia persino mettersi gli occhiali è rischioso, scrive Vice. Considerato il luogo abitato più freddo del mondo, il nome significa ironicamente "acqua non ghiacciata" per via delle sorgenti di acqua termale nei paraggi. A Ojmjakon è un problema costruire tubature (sì, bisogna uscire fuori per andare in bagno) o seppellire i propri defunti. Lasciare una macchina all'aperto è un errore fatale: non si riaccenderebbe mai più. 

Nella regione del permafrost il suolo è congelato fino a 1.640 metri di profondità e non si riescono a coltivare vegetali per cui si mangia praticamente quasi solo carne.

La pelle esposta a temperature di -55 gradi può congelare in 2 minuti.