ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il Papa mostra la foto del Bimbo di Nagasaki che trasporta il fratello morto

Lettura in corso:

Il Papa mostra la foto del Bimbo di Nagasaki che trasporta il fratello morto

Il Papa mostra la foto del Bimbo di Nagasaki che trasporta il fratello morto
Dimensioni di testo Aa Aa

Il bambino che porta in spalla il fratellino morto non è che  il futuro che crolla. E' questo quello che indica il Papa alla stampa internazionale che lo accompagna nel suo viaggio in America Latina.

A Nagasaki  nel 1945 dopo l'atomica lanciata dagli Stati Uniti c'era la fila davanti agli inceneritori. In una foto di allora un bambino neanche adolescente ha sulle spalle il corpicino del fratellino morto e aspetta.

E il Papa in volo verso Santiago del Cile spiega: «Il frutto della guerra...». 

E' noto che l'atomica non era diretta a Nagasaki ma alla città di Kokura con le sue fabbriche di armi. Il fumo denso dei bombardamenti precedenti, compiuti nelle vicinanze, impedì al B-29 statunitense (denominato Bock’s Car) di poter scaricare la bomba su Kokura, allora volò su Nagasaki. Qualcuno ha titolato cosi': 'il "miracolo" dimenticato di Kokura'. Invece di atomizzare i 57mila abitanti di Kokura sono stati irradiati gli 80 mila morti di Nagasaki. Solo se il pilota avesse scelto di tornarsene indietro ci sarebbe stato il vero "miracolo". Quello che il Papa invoca in un mondo avvelenato da odio e guerre.