ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Chelsea Manning: la talpa di Wikileaks punta al Senato

L'obiettivo è correre in Maryland fra i ranghi dei Democratici, per le elezioni del prossimo novembre. Una "dichiarazione di candidatura" è già stata depositata alla Commissione elettorale federale statunitense

Lettura in corso:

Chelsea Manning: la talpa di Wikileaks punta al Senato

Dimensioni di testo Aa Aa

Da talpa di Wikileaks a senatrice del Maryland

Chelsea Manning, l'ex militare statunitense che aveva fornito al sito di Julian Assange migliaia di documenti riservati del Dipartimento di Stato americano, ambisce a correre per i Democratici alle elezioni del prossimo novembre. 

Sabato il suo nome non figurava ancora nella lista dei cadidati registrati, ma la "dichiarazione di candidatura" depositata presso la Commissione elettorale federale non sembra lasciare dubbi. 

Non ancora un programma politico ma già forse una dichiarazione di intenti. Su Twitter, Chelsea Manning auspicava il 10 gennaio un mondo in cui il "prendersi cura gli uni degli altri" conti più "dell\'accumulazione e delle cose materiali"

La corte marziale, la condanna e poi la grazia di Obama

Nel 2013 condannato a 35 anni di carcere da una corte marziale e poi cambiata la sua identità da Bradley a Chelsea, il soldato Manning ne aveva scontati 7 prima della grazia con cui Obama ne aveva a maggio permessa la liberazione. Fra i documenti forniti a Wikileaks, 75.000 file contenenti informazioni riservate sulla guerra in Iraq e in Afghanistan e altri documenti classificati del Dipartimento di Stato americano.