ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Siria: l'Ue rilancia il processo negoziale a Ginevra

Lettura in corso:

Siria: l'Ue rilancia il processo negoziale a Ginevra

Federica Mogherini stringe la mano a Staffan de Mistura
Dimensioni di testo Aa Aa

Riportare i colloqui di Ginevra al centro del processo negoziale sulla Siria. Ci crede l'alta rappresentante della politica estera europea Federica Mogherini, che ha incontrato a Bruxelles l'inviato speciale dell'Onu per la Siria Staffan de Mistura.

Intervistato in esclusiva da Euronews, de Mistura ha ricordato in cosa consiste il mandato di Ginevra: "Il messaggio principale su cui sta lavorando Ginevra si chiama risoluzione 2254, che parla molto chiaramente di diverse tappe e diverse azioni, fra cui una transizione politica, una costituzione e delle elezioni".

È però evidente che da diverso tempo l'attenzione internazionale si è spostata su Astana, dove si tengono i negoziati voluti dalla Russia, in collaborazione con Turchia e Iran. Mosca intende in questo modo salvare Assad, che gli europei e gli americani avrebbero voluto far saltare.

"Io so una cosa - continua de Mistura -: i russi hanno interesse quanto noi a mettere fine a questo conflitto in Siria. Non vogliono ritrovarsi con il tenere la mano di una Siria in pezzi. E io penso che questa sia la ragione per la quale dovremmo continuare a parlare con loro".

La Russia resta un interlocutore fondamentale nei negoziati, dice de Mistura. Ma fondamentale resta anche Ginevra, dove l'inviato speciale dell'Onu ha annunciato che si terrà un nuovo round negoziale entro la fine di gennaio.