ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Assassinio di Versace, una serie tv tra le polemiche

Lettura in corso:

Assassinio di Versace, una serie tv tra le polemiche

Dimensioni di testo Aa Aa

In onda su Fox Crime dal 19 gennaio, la serie tv fa discutere. Tratta dal romanzo di Maureen Orth, la serie non piace alla famiglia Versace che la definisce "pura fiction"

L'assassinio di Gianni Versace, titolo della serie tv in uscita su FoxCrime il 19 gennaio, arriva a vent'anni esatti da quella giornata di luglio in cui lo stilista italiano venne ucciso a colpi di pistola di fronte alla sua villa di Miami Beach.

Nel ruolo della sorella Donatella Versace, l'amica Penelope Cruz Penelope Cruz, interpreta Donatella Versace: "In questa interpretazione ho messo tutto l'amore e il rispetto che ho per lei. E' il mio omaggio a Donatella".

Per il produttore della serie Ryan Murphy: "La fiction è basata sul libro di Maureen Orth, un lavoro sottoposto a verifiche per vent'anni. Penso che Maureen sia un reporter meticoloso, ci siamo basati sul suo lavoro per costruire la serie".

Ma la famiglia Versace prende le distanze e parla di "pura fiction". L'ex compagno dello stilista, Antonio D'amico, Ricky Martin nella serie, parla di una ricostruzione della scena del delitto "lontana dalla realtà. Quel giorno - racconta - trovai Gianni fuori dal cancello della villa in un lago di sangue".