ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

L'Austria nella bufera per le dichiarazioni su caserme e migranti del Vice Strache

Il nuovo assetto politico in Austria, forte dell'accordo siglato a dicembre fra i conservatori del Partito Popolare (OVP) e la destra populista (FPOE), comincia con una bufera.

Lettura in corso:

L'Austria nella bufera per le dichiarazioni su caserme e migranti del Vice Strache

Dimensioni di testo Aa Aa

Il nuovo assetto politico in Austria, forte dell'accordo siglato a dicembre fra i conservatori del Partito Popolare (OVP) e la destra populista (FPOE), comincia con una bufera. Quella scatenata dal vice cancelliere Strache, che in una intervista ha affermato di poter immaginare "una sistemazione dei profughi nelle caserme". La seconda carica di Vienna ha anche accennato all'ipotesi di istituire un orario limite per il rientro: "anche in passato - ha aggiunto - si è discusso se non sia il caso che, da una certa ora in poi, la sera, debbano essere tutti di nuovo nelle caserme".

Il giovane primo ministro Sebastian Kurz è costretto a smarcarsi dal suo vice. Ancora piu netto il ministro della Difesa Mario Kunasek che ha sostenuto come il provvedimento non sia un tema. Strache attaccato da piu parti ha poi fatto marcia indietro e ridimensionando il tutto. L'Austria che ha anche respinto le ipotesi di un allineamento al Gruppo di Visegrad ricoprirà la presidenza di turno nei prossimi mesi quando i termini della Brexit diverranno effettivi.