ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Golden Globe: tutti in nero sul tappeto rosso

Singolare iniziativa degli attori in segno di solidarietà per le vittime del caso-Weinstein: tutti sul red carpet dei Golden Globe vestiti di nero. A presentare, domenica sera ll primo premio televisivo e cinematografico della stagione, sarà l'umorista Seth Meyers.

Lettura in corso:

Golden Globe: tutti in nero sul tappeto rosso

Dimensioni di testo Aa Aa

L'attore comico americano Seth Meyers srotola il red carpet: sarà lui, domenica domenica sera, il presentatore della 75esima edizione dei Golden Globe, il primo importante premio cinematografico e televisivo dell'anno (25 premi in tutto da assegnare, 14 per il cinema e 11 per la tv). Tante stars, ma nonostante le bottiglie di chiampagne, ci sarà un clima meno festoso, dopo le ripercussioni del recente caso-Weinstein sulle molestie sessuali.

"Puoi affrontarlo, questo argomento", commenta Seth Meyers, "ma puoi anche ricordare alla gente che, nonostante tutte le cose orribili che sono successe, questo è stato un grande anno per il cinema e la televisione. Un grande anno per le donne nei film e nelle fiction e vogliamo festeggiarle come si deve e come si meritano, per il lavoro che hanno fatto. Vogliamo fare in modo che non ci si dimentichi che questa è soprattutto una festa"

E naturalmente ci sono i film: nelle nominations, tra i favoriti "Pentagon Papers" di Steven Spielberg e "Shape of water", di Guillermo del Toro con Sally Hawkins, presentato al Festival di Venezia 2017.

Per solidarietà con le vittime di molestie sessuali, tutti gli attori e tutte le attrici saranno vestiti di nero sul tappeto rosso. Un gesto di grande sensibilità.