ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il 2018 si è aperto con la Superluna. E non è stata davvero niente male...

Il primo gennaio, alle ore 22:56, la Luna ha raggiunto la minima distanza dalla Terra per quest'anno

Lettura in corso:

Il 2018 si è aperto con la Superluna. E non è stata davvero niente male...

© Copyright :
REUTERS/Andrew Kelly
Dimensioni di testo Aa Aa

Chi ha alzato gli occhi al cielo per ammirare i fuochi d'artificio in alcune parti del mondo, come per esempio a New York, oppure dalle nostre parti ha dato uno sguardo alla volta celeste dopo il tramonto del sole, l'avrà sicuramente vista. 

Parliamo della Superluna, la prima dell'anno: un fenomeno che si verifica quando la fase di Luna piena e coincide con la minore distanza dalla Terra del nostro satellite. Si genera così un effetto di aumento apparente delle sue dimensioni.

Qui sotto trovate una selezione delle migliori fotografie raccolte qua e là per il mondo.

First supermoon in 2018

Se ve la siete persa, non disperate: potete rimediare il 30 e 31 gennaio prossimo quando è prevista la seconda Superluna dell'anno. 

"Anche la Luna piena del 31 gennaio sarà relativamente super, visto che sarà a quasi 359.000 chilometri dalla Terra. Costituirà inoltre un 'guazzabuglio cromatico': essendo la seconda Luna piena del mese, viene infatti definita dagli anglosassoni 'Luna blu' (Blue Moon), ma in questo caso sarà anche una Luna Rossa, per via dell'eclissi totale di Luna, visibile da Asia, Australia e costa occidentale del Nord America", dicono gli esperti dell'Unione Astrofili Italiani (Uai) a ANSA.).

Anche il sole avrà il suo momento di gloria: 3 gennaio avrà il suo massimo diametro apparente dell'anno quando la Terra raggiungerà il perielio, cioè il punto di minima distanza (pari a 147 milioni di chilometri).

Forte la rivalità anche con le prime stelle cadenti dell'anno, le Quadrantidi, il cui spettacolo (previsto nella notte tra 3 e 4 gennaio) sarà fortemente penalizzato dal disturbo della luce lunare.