ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Capodanno in giro per l'Europa

In Italia 35 feriti a Napoli, ma ricoveri in calo per il giro di vite sui "botti" da parte dei Sindaci

Lettura in corso:

Capodanno in giro per l'Europa

Dimensioni di testo Aa Aa

Piazze di tutta Europa blindate per questioni di sicurezza, ma la paura non ha avuto il sopravvento e in molti hanno optato per il classico Capodanno in piazza. Da Parigi a Londra passando per la Porta di Brandeburgo a Berlino, ma anche Madrid e Mosca. 

Ognuno ha avuto i suo bravi motivi per brindare al nuovo anno. Sfidando il freddo, in tutte le principali città cosmopolite d’Europa a mezzanotte i tappi delle bottiglie sono saltati nel bel mezzo di feste di piazza, concerti dal vivo, fuochi d’artificio e spettacoli vari ed eventuali. A Londra 10 pounds a testa per assistere agli spettacolari fuochi d'artificio organizzati lungo la riva del Tamigi. 

A Berlino quasi un milione di persone in strada, mentre la Spagna si è ritrovata unita proprio nella notte del 31. 

E in Italia? A parte le feste tra le bellezze del nostro Bel Paese, a salire agli onori della cronaca sono le gesta dei soliti sconsiderati armati di "botti". Solo a Napoli 35 feriti e tra questi un dodicenne colpito ad una gamba da un proiettile vagante. In ogni caso, rispetto agli altri anni, fortunatamente in calo i ricoveri in ospedale, segno che il giro di vite voluto dai sindaci sui "botti"sul in tutto il Paese ha sortito l'effetto giusto.