ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Serbia: lotta alla tratta di esseri umani

Lettura in corso:

Serbia: lotta alla tratta di esseri umani

Dimensioni di testo Aa Aa

La Serbia sta lottando per far fronte alla tratta di esseri umani mentre sempre più rifugiati sono stati esclusi dagli altri paesi europei.

L'Ufficio anti-contrabbando delle Dogane serbe ha affermato che si stanno intensificando le ispezioni e i controlli dei veicoli in transito.

I trafficanti di solito nascondono le persone nei camion o tra le merci per evitare l'ispezione.

 Nebojsa Stefanovic, vice Primo Ministro serbo e Ministro degli Interni, ha ribadito quanto segue: "Le migrazioni saranno presenti per molti anni, le persone verranno in Europa, arriveranno in altri Paesi; sono sicuro che solo attraverso la cooperazione reciproca e assicurandoci, ovviamente, che non si permetta al crimine organizzato o al terrorismo di far parte di queste migrazioni, si farà in modo di mantenere la sicurezza del nostro Paese".

I Paesi extra UE sono diventati le principali destinazioni per i rifugiati da marzo 2016, quando il passaggio dei Balcani è stato chiuso.

Al momento, la Serbia annovera 4100 rifugiati registrati: in molti stanno lasciando il Paese, sebbene sempre di più ne stiano arrivando da Medio Oriente, Africa e Asia.