ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Calcio: è l'ora del Clásico!

Lettura in corso:

Calcio: è l'ora del Clásico!

Dimensioni di testo Aa Aa

Sabato all'ora di pranzo tutti i riflettori saranno puntati sul Santiago Bernabeu, dove si disputerà una delle partite più attese dell'anno: il Clásico di Liga. Il Real Madrid, fresco vincitore del Mondiale per club ma zoppicante in Spagna, cerca il riscatto contro i rivali del Barcellona, al momento in vetta al campionato con ben 11 lunghezze di vantaggio sulle merengues. Nota positiva per Zidane: la certezza della presenza di Cristiano Ronaldo, in forse dopo Abu Dhabi.

"Non penso troppo alla distanza che c'è tra noi in classifica, o che potrebbe eventualmente esserci dopo", ha dichiarato in conferenza stampa il tecnico francese. "Sarebbe stupido concentrarsi su questo. Resto positivo e penso solo a cosa faremo. Stiamo bene in questo momento e l'abbiamo dimostrato".

Zidane non ci vuole pensare, ma di certo, se il clasico dovesse finire con una vittoria del Barcellona, il distacco sarebbe non incolmabile, ma sicuramente non l'ideale, per poter digerire al meglio il cenone di Natale. E i blaugrana in questo momento sono al top della forma. Tredici successi in Liga, tre pareggi e ancora zero sconfitte. Sette gol subiti a fronte di quarantadue segnati. Una porta non facilmente violabile, quindi, quella protetta dai guanti di Ter Stegen.

"Il Real è una squadra che in generale, quando tu stai bene e sei al massimo della forma, è lì, pronta a farti male. Sembra che tu li stia dominando e improvvisamente te li trovi in contropiede", ha dichiarato un prudente Ernesto Valverde.