ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Il cambiamento climatico all'origine di conflitti e instabilità

Lettura in corso:

Il cambiamento climatico all'origine di conflitti e instabilità

Dimensioni di testo Aa Aa

Morire di cambiamento climatico. Non solo per le ripetute siccità o alluvioni, ma anche perché finiti vittime di individui senza scrupoli che approfittano della situazione. Ne parla un rapporto pubblicato da un gruppo di esperti militari americani, intitolato "Il ruolo dello stress idrico nell'instabilità e nei conflitti".

"Vorremmo essere di aiuto - spiega il vice ammiraglio Lee F. Gunn del Cna's Military Advisory Board - vorremmo fare in modo che la presenza di governi deboli non porti al crollo degli Stati, con territori lasciati a se stessi in cui possano formarsi violente organizzazioni estremiste o, se già esistenti, dove queste organizzazioni possano trovare terreno fertile per reclutare gente".

Secondo diversi analisti, le siccità sarebbero all'origine tra l'altro della rivoluzione in Siria, degenerata poi in guerra civile. Il Cna's Military Advisory Board ha esempi molto concreti di organizzazioni armate che hanno approfittato dei cambiamenti climatici, dice il vice ammiraglio Gunn: "Nel periodo in cui il cosiddetto Stato Islamico controllava territori in Medio Oriente, limitava la distribuzione dell'acqua alle popolazioni vicine. In questo modo riuscivano a costringere più facilmente i residenti a fare quello che volevano".

Secondo l'ufficiale, il cambiamento climatico potrebbe modificare anche le condizioni in cui intervengono i militari, sia in caso di conflitto sia di aiuto umanitario, e gli eserciti devono quindi prepararsi e adattarsi ai cambiamenti futuri.