ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Austria: all'estrema destra gli esteri, la difesa e l'interno

Ingresso pesante dell'FPÖ nella coalizione accanto ai popolari di Kurz

Lettura in corso:

Austria: all'estrema destra gli esteri, la difesa e l'interno

Dimensioni di testo Aa Aa

L'estrema destra austriaca fa il colpaccio: non solo entra al governo, ma si assicura tre fra i principali ministeri: interno, difesa e esteri. 

ll cancelliere trentunenne Sebastian Kurz, dei popolari (ÖVP), più giovane premier del mondo e il suo vice Heinz-Christian Strache, populista di estrema destra (FPÖ) hanno presentato la nuova compagine governativa al presidente Alexander van der Bellen che ha comunque messo alcuni paletti.

Siamo stati concordi nell'affermare che è nell'interesse nazionale dell'Austria rimanere al centro di un'Unione europea forte, partecipando attivamente al suo futuro sviluppo.

Sebastian Kurz ha detto:

Abbiamo una squadra forte. Per quanto riguarda la parte di mia competenza, è composta per metà da donne. Due terzi dell'organico sono esperti, stiamo portando molta competenza fra le posizioni politiche di primo piano.

Heinz-Christian Strache ha invece dichiarato:

Ci assumiamo una responsabilità per questa meravigliosa repubblica austriaca. E anche per assicurare una buona cooperazione per il futuro. Parleremo dell'esito dei negoziati e delle proposte ministeriali che sono state fatte al presidente nei rispettivi direttivi dei partiti.

Conservatori ed estrema destra si sono ritrovati fra l'altro sulla lotta all'immigrazione.

Da notare che, per inaugurare la nuova coalizione, è stato scelto il Monte Kahlenberg da dove partì l'offensiva contro le truppe ottomane e la riconquista dell'europa centrale nel 1683.