ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Mahmoud Abbas: Gerusalemme Est capitale dello Stato Palestinese

Lettura in corso:

Mahmoud Abbas: Gerusalemme Est capitale dello Stato Palestinese

Dimensioni di testo Aa Aa

Affermazioni provocatorie che non impressionano Israele. È stata questa la reazione dello Stato Ebraico alla dichiarazione comune dei Paesi dell'Organizzazione della Conferenza Islamica (OIC) che, riuniti per un vertice d'urgenza ad Istanbul, hanno duramente condannato gli Stati Uniti di Donald Trump per il riconoscimento di Gerusalemme come capitale d'Israele. Nel comunicato finale l'OIC invita la comunità internazionale a riconoscere la Palestina come Stato e Gerusalemme Est come sua capitale.

Il Presidente dell'Autorità Nazionale Palestinese Mahmoud Abbas: "Come palestinesi, come arabi e come musulmani non possiamo accettare, non possiamo più accettare il ruolo degli Stati Uniti come mediatore, un ruolo per il quale la condizione minima necessaria è l'imparzialità assoluta".

Immediata la reazione dello Stato Ebraico. "A Gerusalemme facciamo rispettare la libertà di culto per tutte le religioni e siamo i soli a farlo in Medio Oriente" ha affermato il Premier israeliano Benjamin Netanyahu.

"I palestinesi dovrebbero lavorare per la pace e non per l'estremismo" ha dichiarato Netanyahu. "Alla fine sarà la verità a prevalere e, come tanti altri Paesi, anche loro riconosceranno Gerusalemme come capitale di Israele".

Ancora ieri almeno 150 palestinesi sono scesi per le strade dei territori, in particolare vicino a Ramallah, per protestare contro la decisione del Presidente Donald Trump. La protesta è stata duramente dispersa da agenti israeliani che, infiltrati tra i manifestanti, hanno esploso granate antisommossa e sparato colpi d'arma da fuoco.