ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Libano: Saad Hariri resta primo ministro

Hariri ritira le dimissioni annunciate durante la sua permanenza in Arabia Saudita. Dopo una riunione del consiglio dei ministri il premier ha affermato che tutte le componenti politiche del governo intendono dissociarsi da tutti i conflitti e gli affari interni di altri Paesi arabi.

Lettura in corso:

Libano: Saad Hariri resta primo ministro

Dimensioni di testo Aa Aa

Torna sui propri passi Saad Hariri decidendo di restare primo ministro del Libano, un mese dopo aver annunciato le dimissioni dall'Arabia Saudita. Dimissioni che aveva sospeso il 22 novembre per permettere consultazioni interne.

Nel governo libanese convivono diverse anime in conflitto fra loro, il campo sunnita di Hariri con quello di Hezbollah.

"Tutti le componenti politiche del governo hanno deciso di dissociarsi da tutti i conflitti, tutte le dispute, le guerre e gli affari interni dei Paesi arabi fratelli, con l'obiettivo di salvaguardare le relazioni economiche e politiche del Libano con i Paesi arabi".

Questa la posizione di Hariri che era stata già espressa in passato ma era stata compromessa dall'impegno di Hezbollah al fianco di Assad e dalle accuse saudite di un suo coinvolgimento nel conflitto in Yemen.

Il 21 novembre Hariri era tornato in Libano dopo aver trascorso due settimane in Arabia Saudita da dove aveva accusato Hezbollah e l'Iran di voler destabilizzare il Paese. Secondo il presidente libanese Michel Aoun i sauditi lo tenevano in ostaggio.

La Francia, che ha giocato un ruolo di mediatrice, ha annunciato una riunione di sostegno al Libano con la presenza di Hariri per venerdì a Parigi.